top of page

Arancione, il colore energizzante che si ama o si odia

Aggiornamento: 29 mar


Orange paint


Questa è la seconda tappa del mio viaggio alla scoperta di ogni colore cromatico della ruota dei colori ed è tutta incentrata sull'arancione, il colore che automaticamente associamo al calore e all'autunno.


Situato tra il giallo e il rosso nello spettro della luce, con una lunghezza d'onda dominante compresa tra circa 585 e 650 nanometri, è un colore secondario nei sistemi di colore CMY(K) e RYB e un colore terziario nel sistema di colori RGB.


In questo post parlerò dell'origine del nome stesso del colore, del suo significato in psicologia e simbolismo, dei pigmenti e delle sfumature più importanti per l'arte.


Da dove viene il nome del colore "arancione"?

Il termine "arancione" deriva dal nome dell'albero "arancio", introdotto in Europa tra il X e XI secolo. Precedentemente per indicare il colore arancione, non essendoci un termine più specifico, era spesso utilizzato il termine "rosso".


Cosa significa il colore arancione in psicologia?

Essendo un colore risultante dalla mescolanza del giallo e del rosso, due colori caldi, luminosi e carichi di energia, l'arancione è considerato un colore stimolante, capace di attirare l'attenzione dell'osservatore. Per questo motivo viene spesso utilizzato come colore di avvertimento.

Nella psicologia del colore ha sia un significato positivo e rappresenta l'amicizia, l'umorismo, la vitalità, la giovinezza, la creatività, sia un significato negativo che rappresenta l'orgoglio, la superficialità, l'impazienza.

A volte, a causa della sua natura potenziante, il colore può avere un effetto estenuante se abusato, in modo che questo colore possa essere considerato come uno che ami o odi.

Quali sono i pigmenti arancioni più importanti?

I principali minerali utilizzati per produrre questo colore erano il realgar e l'orpimento, molto tossici a causa del loro contenuto di arsenico.

Oggi il colore arancione è principalmente di origine sintetica ed è costituito da pigmenti cadmio arancio (originato dal solfato di cadmio) e arancio quinacridone.


I pigmenti arancioni più importanti, indicati con le lettere PO nel Color of Art Pigment Database, sono:


  • PO13 Benzidine Orange

  • PO20 Cadmium Orange

  • PO34 Pyrazolone Orange

  • PO48 Quinacridone Burnt Orange

  • PO73 Pyrrol Orange

 

Quali sono le tonalità più comuni dell'arancione?



Arancio Cadmio

Il secondo colore della famiglia dei pigmenti di cadmio è l'arancio di cadmio, la cui produzione iniziò dopo il 1820. L'arancio di cadmio (PO20) è un colore brillante, caldo e opaco e una variazione del giallo di cadmio, dove gli elementi utilizzati per produrre il giallo sono combinati in un modo diverso per ottenere l'arancio.


Marrone, una tonalità composita di arancione

Il marrone, colore neutro (non cromatico), è un colore molto particolare. Oltre ai pigmenti marroni puri (PBr), può essere ottenuto sia come tonalità di arancio, mescolando l'arancione con il nero, sia mescolando tutti e tre i colori primari del sistema di miscelazione tradizionale RYB.


Parole finali.

Questa è stata la mia seconda tappa del nostro viaggio alla scoperta della ruota cromatica. Come abbiamo visto, l’arancione è un colore molto tonificante e stimolante, pieno di vitalità, con meravigliose sfumature calde, il cui utilizzo non dovrebbe essere esagerato.

L'arancione è il tuo colore preferito?


Grazie per aver letto. Se ti è piaciuto il post, lascia un mi piace, un commento e non dimenticare di seguire il mio blog, Instagram e Threads e condividere il contenuto sui tuoi social media.


Fino ad allora spero che trascorrerai una fantastica giornata creativa!


Laura

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page