top of page

Giallo, il colore brillante e sfaccettato del sole, dell'energia e del cauto ottimismo.

Aggiornamento: 23 giu


Yellow paint
Image by Luis Quintero - pexel.com


Questo è il mio primo post su ogni singolo colore della ruota dei colori e inizio con il colore "giallo".


Il giallo è il colore cromatico tra il verde e l'arancione nello spettro della luce e ha una lunghezza d'onda dominante di circa 575-585 nm. È il colore più brillante sulla ruota cromatica, che associamo automaticamente al sole, all'estate e al caldo, e uno dei colori primari nei modelli di miscelazione cromatica sottrattiva RYB e CMY(K).

Nel modello di miscelazione cromatica additiva RGB, invece, è un colore secondario formato dall'unione del rosso e del verde.


In questo post parlerò dell'origine del nome stesso del colore, del suo significato in psicologia e simbolismo, nonché dei principali pigmenti e standard per l'arte. Spero che ti piacerà.


Da dove viene il nome del colore "giallo"?

La parola “giallo” deriva dal francese antico jalne a sua volta derivante dal latino gălbĭnum derivato di gălbus con significato di 'verde-giallo'.


Cosa significa il colore giallo in psicologia?

Il giallo è il colore del sole e poiché il sole è luminoso, caldo intenso. Non è un caso che il giallo venga solitamente utilizzato per simboleggiare sentimenti forti come gioia, felicità, ottimismo e ricchezza. Contrariamente al nero, che di solito è sinonimo di buio e noioso, è l'incarnazione dell'illuminazione e dell'entusiasmo. In combinazione con altri colori (colori terziari) sottolinea il senso di energia e vitalità della tonalità.

Tuttavia il colore giallo, in senso negativo, può essere utilizzato anche per segnalare cautela, disonestà, codardia, gelosia, inganno, malattia (in passato era legato a diverse malattie come la febbre gialla), pericolo e tradimento.


Quali sono i pigmenti gialli più importanti?

In passato i pigmenti per il giallo provenivano principalmente da sostanze altamente tossiche come cadmio, cromo, piombo o orpimento da solfuro di arsenico. Per questo motivo oggigiorno sono stati sostituiti da pigmenti sintetici come i pigmenti a base azoica come il giallo Hansa o il giallo arialide. L'altra fonte non tossica e più antica di pigmenti gialli sono le ocre terrestri.

I pigmenti gialli sono indicati con le lettere PY nel "The Color of Art Pigment Database".


I pigmenti più importanti sono:


  • PY1/PY3 Hansa Yellow – generalmente considerato un colore primario.

  • PY35/PY37 Cadmium yellow (cadmium sulphite)

  • PY42 Yellow Iron Oxide

  • PY43 Natural Yellow Iron Oxide

  • PY74 Arylide Yellow

  • PY126 Diarylide Yellow

  • PY175 Benzimidazolone Yellow


Quali sono le tonalità più comuni del giallo?



Il colore giallo può spaziare da toni più freddi, come il giallo limone o il giallo-verde, a toni più caldi come il giallo ocra o il giallo-arancio.

Alcune delle variazioni gialle più importanti sono il crema (una tinta pallida o gialla), il giallo reale (o giallo cinese/imperiale), il pera, il giallo chartreuse, il giallo sicurezza.

Di seguito ho elencato i gialli più importanti nelle vernici.


Giallo indiano

È un giallo caldo il cui nome deriva dal fatto che il pigmento principale (ottenuto dall'urina concentrata di mucche nutrite solo con foglie di mango) è stato importato dall'India. Al giorno d'oggi il colore è stato sostituito da altri pigmenti come il Cadmium Yellow Deep (PY35) o il Diarylide Yellow (PY216), che si basa sul classico giallo indiano.


Limone giallo

Il giallo limone è un giallo freddo molto versatile con una gamma di colori che varia da tonalità cremose, simili al burro, a tonalità verdastre potenti e luminose. Poiché è prodotto utilizzando pigmenti diversi come Giallo Cadmio Limone (PY35), Giallo Hansa Chiaro (PY3), Giallo Benzimidazolone (PY175), ecc., può comportarsi diversamente se miscelato con altri colori. (Scoprite di più).


Giallo di Napoli

Il Giallo di Napoli è un pigmento giallo a base di antimoniato di piombo e uno dei più antichi pigmenti sintetici mai prodotti. I primi produttori di questo furono molto probabilmente gli antichi egizi.

Il nome “Napoli” apparve solo nel corso del XVII secolo, quando era largamente diffusa l’idea (errata) che il pigmento fosse ottenuto dalla pietra vulcanica napoletana.

Nei dipinti era inizialmente come pittura pura fino al XVII secolo. Poi, nel corso del XVIII secolo, venne sostituito da una miscela di pigmenti tra cui il bianco di zinco, il giallo cromo, il giallo ocra. Oggi il colore Giallo Napoli è composto da diversi pigmenti che vanno dal giallo, al marrone, all'arancione. (Scoprite di più).


Ocra gialla

L'ocra gialla (chiamata anche ocra dorata) è una tonalità terrosa (insieme a terra di Siena e terra d'ombra), prodotta da un pigmento sintetico di ossido di ferro (PY42) o da un'alternativa naturale all'ocra gialla (PY43), e quasi utilizzata per dipingere paesaggi. È uno dei membri della famiglia delle ocre che comprende l'ocra rossa, l'ocra porpora e l'ocra bruna.


Giallo di Cadmio

Il pigmento giallo a base di solfuro di cadmio più importante è il giallo di cadmio PY35/PY37.

Il pigmento giallo cadmio appartiene alla famiglia dei pigmenti cadmio e varia da chiaro, a medio e scuro. La tonalità chiara è solitamente chiamata Cadmium Yellow Lemon; il più scuro giallo cadmio profondo.

Il pigmento giallo cadmio fu scoperto per la prima volta nel 1817 dal chimico tedesco Friedrich Stromeyer, il quale osservò che il metallo cadmio combinato con lo zolfo di zinco creava un composto giallo. Prima di allora il principale pigmento giallo utilizzato dagli artisti era “Orpimento” (PY39), dalla parola latina “auripigmentum” che significa “pigmento d’oro”. Questo è stato sostituito dal giallo cadmio per la sua elevata tossicità (contiene arsenico).


Sfumature terziarie del giallo

Giallo-Arancio

Il giallo-arancio è un colore composto al 50% da arancione e al 50% da giallo. È un colore terziario e il suo complementare è il blu-verde. Simile al giallo, simboleggia l’eccitazione, la vitalità, l’energia e il calore. Le sfumature del giallo-arancio sono oro (o dorato), mandarino, zafferano.


Giallo verde

Il giallo-verde è un colore composto al 50% da verde e al 50% da giallo. È un colore terziario e il suo complementare è il rosso-violetto. A volte è chiamato verde lime o chartreuse.

  • Chartreuse. Il colore “Chartreuse” deve il suo nome al liquore francese, prodotto dai monaci nelle montagne certosine francesi, chiamato “chartreuse verde”. Il colore chartreuse simboleggia l'accettazione, la distinzione, l'allegria, l'immaginazione.

  • Lime. Il lime è un'altra tonalità giallo-verde, il cui nome deriva dall'agrume chiamato allo stesso modo. A volte è chiamato anche giallo-verde, limone-lime (un tono chartreuse fluorescente), verde lime o lime amaro. Altre varianti sono il lime brillante, il lime artico, il peridoto, il volt, il lime elettrico e il lime francese.


Considerazioni finali.

Questa è stata la mia prima tappa del nostro viaggio alla scoperta della ruota dei colori. Come abbiamo visto, il giallo è un colore molto complesso, pieno di vitalità, dalle sfumature meravigliose e ricco di significato. Il giallo è il vostro colore preferito?


Grazie per aver letto. Se vi è piaciuto il post, lasciate un mi piace, un commento e non dimenticate di seguire il mio blog, Instagram e Threads e condividere il contenuto sui vostri social media.


Nei miei prossimi post darò uno sguardo al prossimo colore energizzante sulla ruota cromatica: l'arancione.


Fino ad allora spero che trascorrerete una fantastica giornata creativa!


Laura

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page